Asta N.175 - II, Dipinti e Sculture del XIX e XX secolo

sab 16 Aprile 2016 
314 

Agostino Giovannini
(Collodi (Pt) 1881 - Firenze 1958)

Fanciullo che ride

Scultura in bronzo
cm. 30 h.

Firma alla base del collo: A. Giovannini.



Di sei anni più giovane del quasi conterraneo Libero Andreotti, nato a Pescia nel 1875 e morto a Firenze nel 1933, Giovannini ne seguì un itinerario simile, divenendone assistente all'Istituto d'Arte di Firenze. A Parigi agli inizi del secolo, alla Ruche, quartiere proletario, ebbe modo di conoscere Rodin, ma a differenza di Andreotti, che non rimase indifferente alla scultura di Antoine Bourdelle, Giovannini sembra aver sentito l'esempio di Paul Landowski, autore di numerosi monumenti parigini, del quale si sente l'influsso sia nel Monumento ai caduti della Prima guerra mondiale, Castellare, Pescia, che in certi ritratti eroici dei primi decenni del secolo. Verso il 1930-40 si volge a studi di carattere ed espressione del volto in ritratti di grande penetrazione psicologica, specie dei fanciulli, ai quali appartiene anche la nostra testa. Come pittore fu molto stimato anche da Pietro Annigoni.
Bibliografia di riferimento
Agostino Giovannini. Pittore e scultore 1881-1951, a cura di Ferdinando Donzelli, Giorgi e Gambi, Firenze, 1978;
Tommaso Paloscia, Renato Civello, Sculture di Agostino Giovannini, Verona, Galleria Ghelfi, 1980;
Mostra di Agostino Giovannini nel primo centenario della nascita, a cura di Armando Nocentini, Firenze, Nuova Strozzina, Palazzo Strozzi, 7 - 27 Novembre 1981.


ESPOSIZIONE

Milano (sintesi delle opere) 
Dal 30 marzo al 4 aprile 2016
Farsettiarte, Portichetto di via Manzoni (angolo via Spiga)
orario 10-13 / 14-19 (festivi compresi)

Prato
Dal 9 al 16 aprile 2016
Farsettiarte, viale della Repubblica (area Museo Pecci)
orario 10-13 / 16-19,30 (festivi compresi) 

Scroll Down
Back to the Top