Asta N.173 - I, Arredi e Dipinti Antichi

ven 30 Ottobre 2015 
267 

Michele Tosini, detto Michele di Ridolfo del Ghirlandaio
(Firenze 1503 - 1577)

Madonna con Bambino e San Giovannino

Olio su tavola
cm. 73x54,5


Tavola esemplare della produzione di Michele Tosini, questa Madonna col Bambino e San Giovannino rappresenta lo stile del pittore al suo livello più alto, a differenza delle numerose repliche di bottega così diffuse nella Firenze tardorinascimentale.
Michele Tosini, dopo un giovanile apprendistato presso Lorenzo di Credi e Antonio del Ceraiolo, divenne verso il 1525 l'allievo prediletto di Ridolfo del Ghirlandaio, dal quale prese il nome. Nelle opere giovanili si avverte ancora l'eco della pittura di Fra Bartolomeo e Andrea del Sarto. Successivamente influenzato dal Salviati, verso la metà del secolo collaborò con Giorgio Vasari alle decorazioni murali di Palazzo Vecchio e ben presto fu attratto, come tutti i manieristi, dal genio di Michelangelo e dei suoi altissimi esempi, quali i nudi dell'Aurora e della Notte della Sacrestia Nuova di San Lorenzo, come denotano le sue versioni pittoriche ora alla Galleria Colonna di Roma.
Nei ritratti seguì i modelli di Pontormo e del Bronzino.
Bibliografia di riferimento
G. Rotondi Terminiello, Contributo a Michele di Ridolfo del Ghirlandaio, in "Bollettino d'Arte", 1966.


Scroll Down
Back to the Top