Asta N.173 - I, Arredi e Dipinti Antichi

ven 30 Ottobre 2015 
242 

Bartholomaeus Spranger (studio di)
(Anversa 1546 - Praga 1611)

Tre Marie ai piedi del Calvario

Olio su tavola
cm. 123,5x93

Il dipinto reca in basso la scritta: S. Maria Jacobae - S. Maria Salome - S. Ma[r]ia Magdalena: reca incise sul retro della tavola la data 1592 e la scritta O.P.A.


Perizia scritta di Didier Bodart, in data 5 novembre 1981.


Allievo di Jan Mandyn e Cornelis Van Dalem, Spranger giunse a Parigi nel 1565 e di qui a Milano, risentendo del Manierismo sia della Scuola di Fontainebleau che quello lombardo. Nel 1566 è a Parma, dove collaborando con B. Gatti alla chiesa della Madonna della Steccata ben conosce la pittura del Parmigianino e del Correggio. Passato poi a Roma lavora per i Farnese alla villa di Caprarola (1569-70) e viene nominato pittore papale, non senza aver incontrato il manierismo romano.
Dopo questo "apprendistato" italiano Spranger diviene pittore di corte dell'Imperatore Rodolfo II a Vienna (1575-80) e a Praga (1581-1611), divenendo così un esponente di primo piano del manierismo internazionale. Le sue opere furono tradotte in stampe da H. Goltzius.
Il dipinto, attribuito da Didier Bodart allo Spranger "aprés son séjour en Italie, vers 1575-1580", recando la data incisa 1599 è stato comunque eseguito quando Spranger era in vita, e dunque attendibilmente sotto l'influsso del maestro. Il confronto con l'incisione derivata dall'opera originale denota alcune lievi diversità nel panneggio della Santa Maria, di Jacobbe e nell'albero in alto sul fondo.


Scroll Down
Back to the Top