Asta N.155 - I, Asta di Arredi e Dipinti Antichi

FARSETTI ARTE Viale della Repubblica, Area Museo Pecci - PRATO, ven 15 Aprile 2011 
260 

Scuola romana del XVII secolo

Ritratto di Papa Clemente VII

Olio su tela
cm. 135x98

Reca in alto a sinistra la scritta: Clemens VII e nella cimasa della poltrona lo stemma dei Medici.



Giulio di Giuliano De' Medici (Firenze 1478 - Roma 1534) salì al soglio pontificio il 26 novembre 1523 assumendo il nome di Clemente VII. Giulio era figlio naturale, poi legittimato, di Giuliano de' Medici, fratello di Lorenzo il Magnifico, ucciso nella congiura dei Pazzi un mese prima della nascita.
Lo zio Lorenzo, dopo averlo affidato alle cure di Antonio da Sangallo, lo prese sotto la sua protezione. Nel 1495, in seguito alla rivolta popolare contro suo cugino Piero, si rifugiò a Roma, ospite e protetto del cugino cardinale Giovanni, poi divenuto Papa con il nome di Leone X. Nel 1513 fu eletto Arcivescovo di Firenze dal cugino Papa Leone X. Dopo la morte di Adriano VI, nel 1523, eletto Papa dopo la scomparsa di Leone X nel 1521, Clemente VII divenne pontefice e resse il soglio fino alla morte nel 1534.
Durante il suo pontificato avvenero vicende decisive per la storia moderna della Chiesa, come lo scisma anglicano di Enrico VIII nel 1534, la pace con Carlo V nel 1529, il sacco di Roma nel 1527, le nozze della nipote Caterina de' Medici con Enrico di Valois, secondo genito di Francesco I di Francia nel 1533.
Il dipinto deriva da un ritratto celebre di Sebastiano del Piombo, sovente ripetuto dai copisti.

Esposizione: 
MILANO: dal 29 Marzo al 5 aprile - Ore: 10.00 – 19.00 (festivi compresi) 
PRATO: dal 9 al 15 Aprile - Ore: 10.00 – 13.00 e 16.00 – 19.30 (festivi compresi)  

Scroll Down
Back to the Top